fbpx
  • Questo evento è passato.

Waiting For The Moon

Lanificio159, Nero Gallery presentano

Condividi

Condividi

  • Gratuito

  • 22/06

    Mercoledì 22 Giugno 2016

  • 18:00

    Orario di inizio

Sala Riverloft
Mostra collettiva a cura di Daphnée Thibaud e Giulia Capogna.


Evento Facebook

Ingresso libero
Dal mercoledì al sabato, dalle 18.00 alle 22.00. L’ingresso alla mostra è gratuito.


Lista non attiva

Lanificio Riverloft
Via di Pietralata, 159/A - 2° piano, Roma


Dove siamo
Al Lanificio la prima collettiva dedicata all’arte Lowbrow e popsurrealista a cura di Nero Gallery

Dalla collaborazione tra il Lanificio e la giovane galleria d’arte romana Nero Gallery nasce Waiting for the moon, mostra collettiva che raccoglie 30 artisti italiani e internazionali, dedicata all’arte Lowbrow e Popsurrealista, in programma dal 18 giugno al 23 luglio 2016, negli spazi espositivi del Lanificio di via di Pietralata.

Waiting For The Moon è elogio alla luna, pianeta ambasciatore della notte che rischiara le tenebre e segna il passaggio dalla certezza della luce solare all’inquietudine del buio. Creatrice di sogni e allucinazioni, ispiratrice di artisti, scrittori, registi, continua a sobillare visioni altre, mondi ambigui, universi surreali, dimensioni magiche.

Waiting for the moon interpreta l’attesa della Signora della notte aprendo la mostra al pubblico in quella frazione di tempo in cui il sole lascia posto al buio, e la luce passeggia dal tramonto al crepuscolo, per fondersi col nero.
Così il visitatore fa conoscenza delle opere attraverso il paradosso di vedere l’arte nell’oscurità: una contraddizione per rimetterne al centro il suo aspetto più effimero e fare sì che queste siano visibili poco prima del calar del sole e solo fino al sorgere della luna.

In mostra i lavori multidisciplinari di 30 artisti esponenti dell’arte lowbrow e popsurrealista, le cui visioni vagano dall’estremo dark al pop più surreale: quadri, sculture, istallazioni, murales, opere edite e inedite, oltre alle performances, che segneranno i due momenti cruciali della permanenza nel Lanificio, il vernissage e il finissage

Tutte rigorosamente fruibili sempre e solo con la luce naturale negli spazi di una vecchia struttura industriale riportata a nuova vita attraverso le più diverse forme di intrattenimento urbano. Poi, col buio, saranno visibili ancora per poco e solo con l’uso di una torcia.

La volontà è quella di offrire al pubblico romano un’occasione differente per entrare in contatto con le nuove tendenze espressive: un luogo post-industriale e decentrato, un mese estivo per continuare a fruire dell’arte anche a dispetto del caldo, un modo leggero e anti-accademico per avvicinarsi a un movimento artistico in grande fermento.

Artisti in mostra:
Albane Simon, Alessandro Calizza, Anelo 97, Anne Marie Cutolo, Bafefit, Beatriz Mutelet, Beppe Stasi, Claudia Ducalia, Daniele Aimasso, Diamond, Elzo Durt, Eric Lacombe, Frederic Voisin, Giuseppe Fontana, Isabelle Vialle, Jean François B, Jonathan Panacciò, Layral, Marc Sociè, Michele Guidarini, Nicolas Pegon, Nicola Alessandrini, Paul Toupet, Rocco Lombardi, Saturno Buttò, Sicioldr, Silvia Faieta, Stefano Ronchi, Trëz, Veks Van Hillik

biografie

Elzo Durt

Elzo Durt è nato a Bruxelles nel 1980. Dopo di un’adolescenza passata tra skateboard e cultura punk, si diploma nel 2003 con una laurea in graphic design presso la Scuola di Ricerca Grafica (GraphicResearchSchool) a Bruxelles, inizia a inondare il Belgio con il suo immaginario psichedelico e punk. Nel 2004 apre la sua galleria d’arte, Plin Tub, a Bruxelles, che è anche la sua casa editrice. Dà opportunità per esibire le sue opere e quelle dei suoi artisti preferiti. Allo stesso tempo diventa responsabile della comunicazione grafica al Recyclart, la mecca della cultura underground a Bruxelles. Fino al 2006 è stato anche il direttore artistico di Voxer magazine. Nel corso degli anni rafforza la sua reputazione disegnando poster e copertine di album per svariati gruppi ed etichette Thee Oh Sees, Frustration, La Femme, Le Prince Harry, Magnetix, Jack of Heart,

leggi tutto

Sicioldr

Sicioldr, giovanissimo artista di Tuscania, ci fa esplorare attraverso le sue opere un immaginario denso di segreti e miti. I suoi sogni e le sue visioni sfiorano oscurità e sensualità proibita, oltrepassando le tenebre. Le caratteristiche di pittori come Jan Van Eyck e Rembrandt sono riconoscibili nei tratti delle sue opere, dalle quali emerge una pittura rilassata ed elegante. I volti e le movenze dei suoi soggetti incarnano, anche, la pittura fiamminga e il realismo novecentesco. Questa dimensione sublime si sovrappone ai tratti surreali e fiabeschi che affiorano dagli sfondi e dai paesaggi, collocando così i suoi personaggi in un periodo atemporale. La tecnica che usa Sicioldr per i suoi oli è chiamata tecnica delle velature, una tecnica antica, per cui numerosi strati di colore sono sovrapposti uno sopra l’altro ricreando la materia insieme ai suoi colori realisti. In mostra ci

leggi tutto

Beatriz Mutelet

Beatriz Mutelet è un’artista francese indipendente, vive e lavora a Lione. Dopo gli studi di grafica, arte e illustrazione, si specializza in grafic design per servizi di porcellana e ceramica. Lavora per l’International Tiles Company basata in Italia, Spagna, Arabia Saudita, Francia e creando decorazioni e patterns. In qualsiasi posto sia, Beatriz ha sempre con sé una matita in mano, non dimenticando mai la sua prima passione… il disegno. Il suo bisogno di creare ha fatto emergere un vasto mondo parallelo popolato da mistiche e misteriose donne, con un aspetto sempre intrigante e onirico. Il suo approccio artistico è anzitutto basato sulla determinazione di creare un legame tra gli oppositi, percettibili e sconosciuti, tra la dolcezza e la forza. Restaurando il legame tra l’interno e l’esterno, Beatriz crea uno spazio, dove i sentimenti, gli shocks, i ricordi, l’inconscio è l’essenza della

leggi tutto

Saturno Buttò

Nato a Portogruaro nel 1957, Saturno Buttò studia al Liceo Artistico e all’Accademia di Belle Arti di Venezia, diplomandosi nel 1980. La sua opera è caratterizzata da una personalissima interpretazione formale dell’arte sacra europea e da una perizia tecnica impeccabile, che ricorda quella dei grandi maestri della nostra tradizione pittorica. Inizia la sua carriera espositiva nel 1993, anno in cui viene pubblicata anche la sua prima monografia: ”Ritratti da Saturno: 1989-1992”. Da allora seguono numerose esposizioni personali in Europa, Asia e negli Stati Uniti. Ha pubblicato altri quattro cataloghi monografici: ”Opere 1993-1999’’, “ Martyrologium ” (2007) e “Saturnicore” (2013) e il più recente “Breviarium Humanae Redemptionis” (2015). Vive e lavora a Bibione in provincia di Venezia.

leggi tutto

Lanificio Riverloft

Waiting For The Moon

  • Gratuito

  • 22/06

    Mercoledì 22 Giugno 2016

  • 18:00

    Orario di inizio