fbpx

GIGS @lanificio159

Gabinete

Una camera oscura, uno spettatore, uno spettacolo per immergersi nella profondità del teatro sensoriale: Gabinete non è solo una sperimentazione, ma un nuovo format importato dal Cile grazie all’impegno di un gruppo di giovani operatori dello spettacolo italiano.
Un progetto che, dopo l’entusiasmante debutto nei locali del Macro Testaccio all’interno del festival della Creatività di Roma e il notevole successo riscosso negli spazi del Teatro Dell’Orologio e del Circolo degli artisti, è stato presentato ufficialmente dalla Rete italiana Gabinete presso il Teatro Lo Spazio e successivamente invitato a far parte della programmazione della rassegna Pigneto Spazio Aperto e del festival romano The Hub.

Il format Gabinete è una sperimentazione in cui il pubblico è composto da una sola persona all’interno di una camera oscura insieme al protagonista, l’attore, capace di trasformare la rappresentazione teatrale in un gioco di azione e retroazione tra le parti. Un’autentica altalena di emozioni in grado di oltrepassare di continuo la linea scenica, balzando tra il tragico e l’ironico.

La prostituzione, la discriminazione razziale e sessuale, ma anche i clichè di un’Italia oramai demodè sono stati i temi dei gabinete finora proposti.

Tanti gli spettatori incuriositi dall’enigmatica scatola nera collocata ovunque, ma mai su un palco, per spezzare i convenzionali stereotipi della mise-en-scène in un mix di musica e recitazione.

Associazione Gabinete Italia
tel. +345 2338002