fbpx

GIGS @lanificio159

  • 08/05/2017 w/ Slidin’ Bob
  • 23/03/2017 w/ Roberto Angelini @Bar Kahbum
  • 24/11/2016 w/ Bar Kahbum
  • 23/05/2014 w/ Ilaria Graziano @ROMA FOLK FEST – II Edizione

Francesco Forni

Francesco Forni è un artista originale e caparbio, sempre aperto a innesti e contaminazioni di altri generi.

Alle spalle una carriera longeva e ricca di produzioni che spaziano dalla composizione di colonne sonore per teatro, per cinema ad una copiosa discografia in cui figura in diversi ruoli: chitarrista, compositore, produttore, cantautore.

Un artista originale e caparbio nella ricerca delle sonorità che meglio lo rappresentano, sempre aperto ad innesti e contaminazioni di altri generi, estroso nella scrittura dei testi, abilissimo nel creare ambienti suggestivi, psichedelici, passionali e visionari, generoso nel concedersi in intense esibizioni d’i indubbia destrezza vocale e strumentale dal vivo.

Fra i suoi ultimi lavori le colonne sonore di “Educazione Siberiana” di N.Lilin regia di G.Miale Di Mauro, “Erodiade” di P. Sepe con Maria Paiato, “Santos” di R. Saviano/M. Gelardi (stesso cast con cui ha lavorato in “Gomorra”), la collaborazione con l’Angelo Mai per le produzioni Blumotion e l’ideazione e produzione con Armando Pirozzi del Caracallas Total Show (ad oggi 15 spettacoli diversi), con Niccolò Fabi per il concerto video live di “Ecco”, con i Calibro 35. Nelle passate collaborazioni anche partecipazioni a colonne sonore come “Le conseguenze dell’amore” di Paolo Sorrentino, “Volevo solo dormirle addosso” di Eugenio Cappuccio, tour con James Senese e Napoli Centrale, Marina Rei, Capone.

Negli ultimi anni ha girato l’Italia e l’estero con il suo album “Tempi Meravigliosi”, edito da Fiorirari, e soprattutto con i due dischi del duo con Ilaria Graziano usciti con Goodfellas in Italia e con Agualoca in Europa e Giappone, ampiamente elogiati dalla critica e premiati dal pubblico, e con altri progetti di cui fa parte (Caracallas Total Show, CollettivoAngelo Mai, The Enthusiastics, Marina Rei, Farrell Spence, The Reverends).

Con il teatro un legame stretto e mai abbandonato; ultimo lavoro “Angelicamente anarchici in tournee fino a gennaio 2017 di e con Michele Riondino su Don Gallo e De Andrè e il filo che li univa, ha ottenuto grande successo di pubblico.
In passato tra i suoi lavori teatrali le colonne sonore di “Erodiade” “Atto senza parole” “4:48 psychosis” con la regia di Pierpaolo Sepe, “Gomorra” e “Santos” di Roberto Saviano e la regia di Mario Gelardi, “Educazione Siberiana” di Lilin, “La città di dentro” di Petrella con la regia di Giuseppe Miale Di Mauro, la collaborazione con l’Angelo Mai per le produzioni Blumotion, l’ideazione e produzione con Armando Pirozzi del Caracallas Total Show (ad oggi 15 spettacoli diversi), gli spettacoli con la compagnia “Enthusiastic” con la regia di Annalisa D’Amato.

Come chitarrista ha partecipato a innumerevoli progetti, dischi e tour live.

Come ideatore e conduttore di “format” musicali, oltre il “Caracallas Total Show” in questi ultimi anni ricordiamo l’attuale “Zelo in condotta”, “Il buono il brutto il cattivo”, “Spin-off”, “I’m a slave”, “Canzoni in piena”.

Ilaria Graziano & Francesco Forni

Ilaria Graziano e Francesco Forni è forse il duo più creativo in circolazione in Italia.
Non sembrano neanche, italiani. La loro musica affonda le radici nel roots, nel blues, nel jazz e, chiaramente nel pop – nel senso più nobile del termine, “popolare”. Hanno pubblicato due dischi: “From Bedlam to Lenane”, un esordio fulminante salutato come una ventata fresca nel concetto di acoustic duo che gira dalle nostre parti, e il secondo, attuale, disco, “Come 2 me”, con una doppia lettura anglo-italiana, che ha come filo conduttore l’appartenenza, la ricerca di se stessi, la condivisione umana, profonda.

L’’unione dei due artisti avviene grazie al loro esordio “From Bedlam to Lenane” (Goodfellas 2012), che mette insieme le esperienze di ognuno, creando un disco che viene acclamato dalla stampa come uno dei migliori episodi del 2012.
FBTL viene recensito dalle principali testate che ne sottolineano la straordinaria comunicatività; si va dai periodici come Il Venerdì de la Repubbblica che lo definisce “Tra i più bei cd italiani degli ultimi cinque anni”, a Gioia “Occhi aperti su Ilaria Graziano e Francesco Forni”, fino ai principali magazine musicali – Jam “piccolo gioiellino”, Blow Up “un seducente meticciato Folk”, Rumore “voce incantevole”, Rockerilla “Hanno un gran feeling”.
Il disco è stato anche apprezzato dalle radio: il circuito Rai li ha voluti in diverse trasmissioni come “Caterpillar” sui Radio 2 Rai ( intervista + minilive), “Fahrenheit”, in onda su Radio 3 Rai in diretta dalla fiera della piccola e media editoria “Più Libri Più liberi”, “Twilight” Radio 2 Rai ( intervista + minilive); “Casello Casello” Isoradio Rai (intervista).
From Bedlam to Lenane ha portato il duo in giro per l’Italia con oltre 80 concerti, alcuni dei quali di grande risonanza, come le aperture ai concerti di Max Gaxè di Milano e Roma nello scorso tour del musicista romano.
Il disco ha infine vinto anche il premio MarteAwards2012 nella categoria “miglior disco 2012” nel gennaio 2013.

Alcuni brani contenuti nel disco sono stati scelti come colonna sonora dei film: “L’arte della felicità”, “La strada”, “On y va” presentato alla mostra del Cinema di Venezia 2013, “Un fidanzato per mia moglie”, “Is this the time” – uscito a dicembre 2013.