GIGS @lanificio159

  • 04/02/2018 w/FrigoBar Tales
  • 23/05/2014 Roma Folk Fest @Lanificio
  • 28.01.2014  UNICUM @ Chorde

Roy Paci

Roy Paci è nato ad Augusta (Siracusa) nel 1969.

Trombettista, compositore, arrangiatore e cantante, comincia a suonare il pianoforte da piccolissimo per approdare alla tromba all’età di nove anni, quando si unisce alla banda del suo paese.
A 13 anni è già prima tromba ed entra a far parte delle big band siciliane di Gianni Cavallaro e della New Royal Big Band di jazz tradizionale, esibendosi nei jazz club più rinomati e in svariati festival di jazz italiani.

Entra a far parte di As Sikilli, il progetto di new-jazz di Stefano Maltese registrando tre album. A partire dal 1990 intraprende diversi viaggi in Sud America, Canarie e Senegal, continuando a sviluppare le sue influenze musicali. Tornato in Italia, porta avanti la sua esplorazione – talvolta pionieristica – della musica, cimentandosi in una serie infinita di collaborazioni e di tour in tutta Europa e oltreoceano.

Ha lavorato anche per la scena teatrale alternativa italiana con lo spettacolo “Poesia e Andalusia” scritto e realizzato con l’attrice Paola Pace, “La luce fa spettacolo” realizzato con Oreste Valente e “Scambi Pressoché Telepatici”, scritto da Ivano Fossati e con la partecipazione di Elisabetta Pozzi.

Roy Paci è stato ospite fisso del programma “Markette” di Piero Chiambretti, e insieme ai suoi Aretuska ha curato per tre edizioni la sigla finale di “Zelig”, affidata a tre singoli: “Viva La Vida” nel 2005, “Toda Joia Toda Beleza” nel 2007 e “Defendemos la Alegrìa” nel 2008

Al momento Roy Paci è coinvolto in progetti musicali, editoriali, cinematografici e televisivi. Sostiene inoltre varie iniziative benefiche, come le campagne di Amnesty International e Pangea contro la violenza sulle donne, il progetto Emergency per l’assistenza medica ai civili nelle zone di guerra e la superband Rezophonic, che supporta AMREF nella costruzione di pozzi d’acqua per le popolazioni della regione del Kajiado, in Kenya.

Nel corso della sua carriera, continua a portare avanti una filosofia musicale basata sulla contaminazione e sulla libertà.